Inzio molto negativo per le nostre lontre che nella partita d’esordio del campionato di Serie A2 ospitavano la formazione lombarda del Varese Nuoto Olona.

U.S.Luca Locatelli Genova – Varese Olona Nuoto 3-6
Parziali: 1-3, 1-1, 0-1, 1-1
Arbitro: Cavallini

U.S. Luca Locatelli Genova: Bolla Pittaluga, Figari, Rossi, Tedesco 1, Ravenna, Bisoli, Adamo, Nucifora, Drago, Valsecchi, Cabona 1, Benvenuto 1, Bianco. All. Michele Garalti.
Varese Olona Nuoto: Giannoni, Regé 1, Daverio B. 2, Raimond, Telman, Daverio G., Coasta, Brusco, Guelfi 1, Ardovino, Marrone, Catto 1, Sonzin 1. All.: Gionata Gesuato

Superiorità numeriche:
US Luca Locatelli Genova: 1 su 7
Varese Olona Nuoto: 3 su 5

Una Locatelli che peggiore è difficile immaginare neppure si presenta in campo e lascia arrendevolmente strada ad un Varese che pur non entusiasmando controlla agevolmente l’incontro. Il campionato di A2 inizia quindi con una debacle nella quale è difficile salvare qualcosa per la compagine genovese, che nel primo tempo sbaglia subito la prima superiorità numerica, cosa che le varesine non fanno, trafiggendo con un bel diagonale di Catto l’ incolpevole esordiente Maria Bolla Pittaluga, classe 2003, portiere da meno di due anni, comprensibilmente emozionata per l’esordio, tanto che dopo il bel pari di Tedesco pasticcia dopo avere intuito il siluro di Sonzin e una bella parata si trasforma nel nuovo vantaggio lombardo, poi consolidato da Guelfi che realizza il 3-1. Si va al primo intervallo con tre reti sul groppone, ma Maria si riprende e mantiene inviolata la porta con vari interventi positivi, di cui due davvero prodigiosi, e per l’unico momento della partita l’ inerzia passa nele mani delle lontre che si salvano da un uno contro zero per merito del loro portiere e poi con Guendalina Benvenuto rientrata in attacco accorciano le distanze, riportandosi sotto.Sembra che la Locatelli possa aggiudicarsi di misura il secondo parziale, ma una leggerezza difensiva clamorosa porta alla rete di Bearice Daverio a fil di sirena. Per una squadra di personalità potrebbe essere un incidente di percorso rimediabile, ma le lontre oggi la personalità non l’hanno minimamente mostrata, e quindi nel terzo tempo Varese allunga sul 2-5 ancora con B.Daverio pronta a trasformare un uomo in più con la complicità di una difesa genovese indisponentemente passiva. Il quarto tempo vede l’ultimo allungo varesotto col gol di Regè. A questo punto la Locatelli con poco più della squadra under 15 in acqua ha un buon sussulto di orgoglio, l’unico dell’intero incontro, accorcia con Cabona nell’unica superiorità trasformata e sfiora nel finale il gol di un comunque inutile 4-6.
Varese promosso con la sufficienza, Locatelli bocciata senza discussioni, ci vorrà ben altro nelle prossime partite per risalire una classifica che, alla prima giornata, è già in situazione di emergenza.

Commento del tecnico della Locatelli Genova, Stefano Carbone: “Inutile girare intorno al’argomento: la squadra è stata inguardabile e le grandi si devono fare un bell’esame di coscienza perchè se è vero che il campionato in assoluto è lungo è altrettanto vero che a loro non sono disposto a concedere molte prove di appello, o cambiano immediatamente marcia o a metà girone di andata l’età media si abbasserà ulteriormente in modo netto. Se dobbiamo fare un campionato di fondo classifica lo faranno princpalmente le ragazzine, che sono il nostro futuro, e fra le quali peraltro oggi ci sono state le pochissime a salvarsi e a mostrare un minimo di amor proprio”.

Aggiungi un tuo commento!