U.S.Luca Locatelli Genova –  Padova 2001 8-7

(2-1, 3-2, 2-2, 1-2)

Locatelli Genova: Benvenuto, Figari 3, Donato, Tedesco, Ravenna, Bissocoli 2, Rossi 1, Nucifora 1, Cabona 1, De Laurentis, Ciccione, Drago, Bianco. All. Carbone.
2001 Padova: Zingaropoli, Dametto, Mazzolin M., Al Masri, Zorzi, Tofanin, Grigolon 4, Pegoraro, Gattuso, Dall’Armi 1, Tognon 1, Bozzolan Lazzari. All. Rytova.
Arbitro: Cavallini.
Superiorità numeriche: Locatelli Genova: 3 su 10 più 1 su 2 rigori
Padova 2001: 1 su 5
 
Una Locatelli Genova in continua crescita conquista altri tre punti nell’anticipo di A2, e fanno sei in sei giorni, e scala un’altra posizione in classifica. Il Padova 2001 che viaggia serena nella parte sinistra della classifica, al quinto posto inizia meglio e conquista il primo vantaggio con un tiro perfetto di Sarah Zorzi che trafigge l’incolpevole Guendalina Benvenuto, ma sono le lontre a ribaltare la situazione con due grandi iniziative di Elena Bissocoli che prima si invola da posizione 1 e favorisce la rete di Caterina Nucifora che approfitta di un rimpallo favorevole sul pallonetto della campagna che si infrange sulla traversa, e poi decide la prima frazione con un tiro maligno da posizione 2 che beffa l’estremo difensore patavino, Zingaropoli.Un buon approccio alla gara per le ragazze di Carbone che potrebbero anche allargare il divario a loro favore, se Figari non fallisse un rigore nel finale di tempo con un tiro decisamente da dimenticare. La seconda frazione si apre con un monologo delle venete, in particolare di Alessia Grigolon, di un paio di spanne la migliore delle sue oggi, che prima trasforma una superiorità numerica e poi approfitta di una dormita imperdonabile di Clelia Donato per siglare con uno splendido tiro il nuovo (ma ultimo) vantaggio patavino. A metà ripresa, galvanizzata dal recente collegiale con la Nazionale Giovanile,fa il suo ingresso in vasca Irene Rossi, probabilmente la mossa più vincente fra quelle messe in opera dal tecnico genovese. Irene alla prima azione vera della sua partita griffa il match, prima sorprendendo Elena Tofanin , costringendola alla espulsione e poi andando a chiudere l’uno-due con un delizioso siluro raso-acqua. E’ il 3-3 ma la Locatelli non ha alcuna intenzione di fermarsi, e tantomeno Elena Bissocoli che chiude una superiorità giocata da grande squadra. Non solo, a fine tempo Silvia Figari in inedita posizione di centroboa, servita perfettamente da posizione 5 ottiene un rigore che, stavolta, non sbaglia. Si va al riposo di metà gara con le lontre a condurre 5-3, ed è ancora Figari a regalare una conclusione imprendibile per Zingaropoli ad inizio tempo per il 6-3. Ma una implacabile Grigolon con l’ennesimo tiro imparabile porta subito al 6-4.Nella seconda parte della terza frazione Ancora Figari chiude la superiorità numerica e ancora Grigolon punisce Nucifora, che con un ripiegamento difensivo pessimo le lascia la possibilità di castigare ancora una volta Benvenuto. Si va pertanto all’ultimo riposo sul 7-5 per le genovesi, vantaggio che viene incrementato grazie ad una rete stupenda di Cabona. Sembra fatta ma alle lontre pare piaccia complicarsi la vita, e così ecco che in un solo minuto, nel finale di partita prima Bozzolan, poi Dell’Armi, accorciano le distanze fino al-1 finale (8-7 ),e buon per le genovesi che il gol finale arrivi a soli 22 secondi dalla sirena e che a Figari e compagne basti amministrare il tempo restante per portare a casa davanti al proprio pubblico tre punti di vitale importanza nella corsa alla salvezza.
Tre punti fondamentali che fanno affrontare con maggiore sicurezza, un finale di stagione da brividi, forza ragazze, avanti cosi!!
 
Commento del tecnico della Locatelli Genova, Stefano Carbone;
“Molto soddisfatto di questa gara, stiamo lavorando molto bene, le ragazze stanno crescendo moltissimo e ad onta della bassa età media, credo che questa squadra possa affrontare il finale di stagione molto più efficacemente dello scorso anno. Certo, i “peccati di giovinezza” li commettiamo eccome, ed è incredibile la folle gestione degli ultimi minuti di gara nei quali abbiamo rischiato di fare rientrare le avversarie in una gara formalente chiusa da un pezzo, cosa che mi ha mezzo rovinato la giornata, assieme all’infortunio di gioco capitato a Federica Pegoraro, capitano delle nostre avversarie, alla quale vorrei augurare anche a nome della società e della squadra , una prontissima guarigione. Inoltre vorrei dedicare questa vittoria al nostro storico Presidente Pietro “Luca” Locatelli, che ci ha lasciati nel tristissimo 5 maggio di 12 anni fa. Ora ci prepariamo con rinnovata fiducia alla sfida col Sori, consce che per fare punti là dovremo fare una gara quasi perfetta, ma ci proveremo, sicuramente”

Aggiungi un tuo commento!